I BIANCHI di RUSSIA

 

La più importante base per la ricerca fatta al Reparto dell'Ornitologia è la sua ricca raccolta ottenuta dal duro impegno  di molte generazioni di zoologi.  La ricchezza, la diversità e completezza della raccolta del Reparto sono le più notevoli di Russia e una delle più importanti in Europa.

Nel 1896–1920 alla testa del Reparto dell'Ornitologia era Valentin Lvovich Bianchi (1857–1920). Fra i suoi numerosi studi di ornitologia , merita essere menzionate un numero di superbe monografie su alcune specie di uccelli (fagiani,  ciuffolotti maggiori  ecc.)

Una serie di pubblicazioni fu dedicata da Bianchi all' esame di raccolte portate dall'Asia Media e Centrale, e.g. "Gli uccelli della spedizione di Gansu di G.N. Potanin 1884–1887 " ,  le spedizioni di Przewalski in  Asia Centrale (1905) ed un  "Materiali voluminosi per un avifauna di Mongolia e Tibet "  (1907) basato sui materiali della Mongolia della spedizione di Sichuan di P.K. Kozlov. La seconda monografia  include un schema di divisione di "zoogeographic" dell'Altopiano Regione di Asia. Un'importante parte dell'eredità scientifica di Valentin Lvovich Bianchi è il primo volume di ‘La fauna della Russia " che fu pubblicato in due parti nel 1911 e 1913.

Un'importante pubblicazione metodologica di V.L. Bianchi è " Istruzioni per raccogliere uccelli, le loro uova e  il nido" (1909).


Libera traduzione dal sito
www.zin.ru/labs/ornithology/history.htm


Ultimo aggiornamento 29/04/2005