Stembiarid.gif (3643 byte)

 

I BIANCHI DI  COPIANO (Pavia)

 

 
 
 
 
Arturo Bianchi, insegnante e combattente durante la grande guerra, era originario di Copiano in provincia di Pavia e quindi al confine con il lodigiano. Dopo la sezione pavese del Fascismo di Combattimento il Bianchi promosse la sezione di Copiano con ben 350 iscritti nell’aprile del 1921 dotata di tre squadre d’azione che il lui ebbero il loro “deux ex machina”.
Nel 1923 il Bianchi sarà inquadrato nella Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale con il grado di Seniore anche se durante il Ventennio preferirà dedicarsi all’insegnamento.
Fonda infatti una scuola privata che comprenderà i corsi: elementari, complementari, ginnasio, tecnico e magistrale con una percentuale di alunni promossi del 90%.
Morirà giudicato da un “Tribunale del Popolo” costituito dal CLN di Pavia e condannato a fucilazione alla schiena eseguita il 30 aprile.

Nel 1929 scrisse il libro " A noi - Storia del fascismo pavese" ristampato dalla Iacula Editore

                                               www.iuculanoeditore.it/bianchi.htm


 

 

 

 


Ultimo aggiornamento 27/04/2005