Stembiarid.gif (3643 byte)

 

 

 

I BIANCHI DI CREMONA

 

 

Il ramo dei Bianchi di Cremona risale al 1200 circa e lo testimonia il nome di Ca' dei Bianchi dato ad una villa che fa parte della frazione di Castragnino.
Il ceppo sembra anch'esso derivante da quello Fiorentino o comunque contemporaneo, come dimostra la descrizione dello stemma :
D'azzurro a tre sbarre d'oro, attraversate da una fascia d'argento.
 
Il Lancetti, nella sua opera Cronologia delle famiglie Cremonesi, asserisce che Ambrogio Bianchi nel 1290 partecipava alla vita pubblica come Decurione (I Decurioni in Cremona eleggevano un Magistrato che assumeva tutti i poteri della città. A questa carica potevano aspirare solo i componenti delle famiglie più importanti di Cremona. ).
La mancanza di notizie su personaggi dei Bianchi ci fa fare un salto nel tempo fino al 1500, dove troviamo alcuni personaggi che svolgevano professioni qualificate come quella dei Notai.(Notaio, a quei tempi, era un titolo ed una professione riservata esclusivamente a famiglie nobili. )

Alariolo Bianchi nel 1518 risulta appartenere al collegio notarile di Cremona come Ippolito nel 1576 ed i figli di questo : Camillonel 1595 e Alessandro nel 1596. Bianchi nel 1518 risulta appartenere al collegio notarile di Cremona come Ippolito nel 1576 ed i figli di questo : Camillonel 1595 e Alessandro nel 1596.

Altri Bianchi fecero parte di questo collegio come Francesconel 1613, Andrea nel 1639, Giulio Cesare nel 1655.

 

Andrea e Silvio Bianchi nel 1558, furono eletti a cariche pubbliche, acquistarono il feudo di Castellone che restò in loro possesso fino al termine del feudalismo.
Sempre nello stesso periodo troviamo Daniele Bianchi, che si dedicò alla vita religiosa e per le sue doti raggiunse la carica di Maestro del Sacro Palazzo durante il pontificato di Paolo IV ( 1555-1559) , come pure, Aurelio (filosofo e teologo) e Silvio, ambedue prelati dell'Ordine dei Servi di Maria.
Aurelio nel 1591 venne eletto Consigliere della Provincia di Mantova, carica che ricoprì per tre anni. Morì nel 1621 e fu sepolto nella chiesa di S.Vittore appartenente al suo Ordine.
Silvio nel 1610 venne eletto Priore generale dell'Ordine per la provincia di Bologna.

 ALTRI  BIANCHI  PERSONAGGI ILLUSTRI

 

 Isidoro Bianchi ( 1731-1805 ) Camaldolese, professore di filosofia e di matematica a Ravenna, ricoprì nel 1777 al ginnasio di Cremona una cattedra di filosofia morale, appositamente creata per lui.
Autore di numerose opere letterarie, si distinse per le notizie culturali e sociali danesi e norvegesi da lui raccolte durante un viaggio nel 1774.
 
Francesco Bianchi, (1752 - 1810) Compositore melodrammatico, Maestro al cembalo nei teatri Italiani e Parigini.
A Milano fu secondo maestro al Duomo e a Venezia come secondo organista della Basilica di San Marco. Dal 1797 al 1801 fu maestro al teatro di Dublino.
Trasferitosi a Londra, si sposò con la cantante Jackson e si dedicò all'insegnamento.
Scrisse 56 opere per il teatro italiano e 14 per quello francese.

Ultimo aggiornamento 20/04/2005