Stembiarid.gif (3643 byte)

 

I BIANCHI DI VELATE ( Varese)

 

 
Originaria dei Bianchi di Milano, questo ramo si stabilì a Velate presso Varese ed è compresa nella matricola di Ottone V arcivescovo di Milano, nel 1277.
Molti araldisti confondono questa famiglia con quella dei Bianchi d'Adda ramo che si originò successivamente.
Per questa confusione, anche i personaggi non sono del tutto attendibili fatta eccezione per un Raimondo Bianchi che, secondo il Moroni, nel Dizionario di erudizione ecclesiastica, fu Vescovo di Brescia.
Anche per lo stemma ci sono confusioni : sembra infatti simile a quello di Milano, ad eccezione di un simbolo e cioè nello stendardo che sormonta il castello che nello stemma di Milano viene chiamato vela e nel castello che, sempre in quello di Milano, non è toricellato.
Comunque, salvo ulteriori ricerche, la descrizione è la seguente:

 

D'argento al castello di rosso, torricellato di due pezzi, e sormontato da uno stendardo d'argento; col capo d'oro all'aquila di nero coronata del campo.

 

 

 

 

 

 

Monastero di Luvinate

Il Monastero è una costruzione risalente al secolo XII°.

....... affreschi appaiono sotto il chiostro: una Madonna del Carmelo e lo stemma della famiglia Bianchi di Velate.


 I BIANCHI NINNI

 

Originaria di Velate aggiunse nel 1711 il cognome Ninni perché nipote per parte di madre del Conte Cristo Ninni.
Nobili per Decr. Imperiale R.Trib. di Milano del 1764
Non abbiamo elementi sui personaggi componenti questa famiglia.
L'ultima notizia li dà residenti a Roma.
La descrizione dello stemma è la seguente:

 

 
D'argento al castello di rosso torricellato di due pezzi
e sormontato da uno stendardo d'argento.
 
Cimiero : Aquila nascente di nero.

 

 


Ultimo aggiornamento 20/04/2005